Acufene: cause, sintomi e rimedi

Cos’è l’acufene?

Quando si parla di patologie dell’orecchio non possiamo non parlare degli acufeni.

La definizione tradizionale di acufene è la percezione di un suono di varia entità avvertito nelle orecchie o nella testa, senza la presenza di una fonte esterna che genera quel suono.

Generalmente possiamo avere acufeni con diverse tonalità, volume e caratteristiche sonore (pulsato o intermittente), ma fondamentalmente gli acufeni si dividono in soggettivi o oggettivi.

Nel primo caso il suono viene avvertito solo dalla persona che lo ascolta, mentre, nel secondo caso il suono può essere identificato o raramente anche ascoltato dallo specialista esaminatore.

Quali sono i sintomi?

Tra tutti i casi di acufeni presenti l’80% è di natura soggettiva e sono i più difficili da “affrontare”, in quanto sono provocati da alterazioni dell’orecchio interno.

Il 20% rimanente è rappresentato dagli acufeni oggettivi, la loro eziologia è legata a fattori di natura vascolare o muscolare e hanno una alta possibilità di risoluzione.

Purtroppo il paziente affetto da acufene o tinnito va incontro ad una serie di disagi quali: l’interruzione del sonno, difficoltà nell’equilibrio emotivo, difficoltà a concentrarsi e in alcuni casi tende ad isolarsi dagli altri.

Come risolvere?

Per identificare l’acufene è sempre consigliabile la consulenza di due specialisti, un buon otorinolaringoiatra e un ottimo audioprotesista. In genere le persone colpite da acufene non effettuano quasi mai un esame molto importante che serve a determinare le caratteristiche del proprio acufene, questo esame è l’acufenometria.

L’acufenometria permette di ottenere importanti indicazioni su l’acufene esaminato, tipo la sua tonalità e il suo volume. Attualmente sono disponibili diverse tecniche per cercare di aiutare i pazienti afflitti da questo fastidiosissimo “rumore”.

Rivolgersi a un centro specializzato per la cura dell’udito è la prima azione da fare per poter comprendere la gravità e iniziare un percorso che aiuterà meglio il paziente a trovare la giusta soluzione.

Prenota un controllo gratuito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.